About us

 

 

COSA E' IL C.B.D.?

 

Il cannabidiolo (CBD) è il secondo cannabinoide naturale presente nella Cannabis dopo il THC.

 

Non si tratta di un principio psicoattivo che porta allo sballo, anzi, al contrario si ritiene che riesca a calibrarne gli effetti, prolungando quelli terapeutici e limitando quelli collaterali.

Ma soprattutto, il CBD è la componente della cannabis maggiormente utilizzata a scopo terapeutico.

 

Il CBD agisce sul sistema nervoso, in particolare su alcuni neurorecettori, provocando una reazione di sollievo dal dolore, dall’ansia e dallo stress, stimolando il corpo a reagire in modo completamente naturale.

In farmacologia, il CBD viene utilizzato come ansiolitico, antipsicotico, analgesico, antinfiammatorio, antiossidante, antispasmodico e anticonvulsivo, e dunque per curare disturbi legati al dolore cronico, emicrania, infiammazioni e artriti, spasmi ed epilessia, schizofrenia.


 

COSA E' IL C.B.G.?

 

 

Il cannabigerolo, o CBG, è un composto non psicoattivo non inserito nella Convenzione delle sostanze psicotrope stipulata a Vienna nel 1971.

 

Si tratta di un cannabinoide che funziona come base per molti altri composti prodotti dalle piante di cannabis, in quanto è una molecola primitiva che ha la capacità di trasformarsi in altre cellule attraverso un processo biochimico.

 

L’unico limite del CBG è che, a differenza di altre componenti, è contenuto nella cannabis in misura minore, e dunque per estrarne una quantità sufficiente all’applicazione terapeutica c’è bisogno dell’impiego di numerose piante.

 

Le ricerche hanno dimostrato gli effetti benefici del CBG sulla salute in moltissime aree terapeutiche:

 

Glaucoma: il cannabigerolo contribuisce a ridurre la pressione intraoculare aumentando il drenaggio nell’occhio

 

Malattie infiammatorie edintestinali: il CBG ha proprietà anti-infiammatorie benefiche per patologie intestinali come il morbo di Crohn

 

Ansia e stress: il cannabigerolo è in grado di inibire il neurotrasmettitore GABA, diminuendo lo stato di ansia e la tensione muscolare

 

Psoriasi e malattie della pelle:il CBG riesce a inibire la proliferazione dei cheratinociti, con effetti antieritematosi e analgesici

 

Infiammazioni della vescica:in particolare per la riduzione delle contrazioni

 

Tumore: la molecola del cannabigerolo risulta essere citotossica, specie per i casi di tumore alla prostata, al colon, al seno e alla pelle

 

Inoltre, il CBG risulta possedere delle proprietà antifungine e antimicrobiche.

L’impiego associato del CBD e CBG si è dimostrato utile anche per combattere la depressione, in sinergia anche con altri terpenoidi come la melissa o la lavanda.

Bologna, via Nosadella 3/d

051-0863817